Strumenti

I bambini e i ragazzi che hanno una diagnosi di disturbo specifico di apprendimento hanno la possibilità di usare, dove necessario, gli strumenti compensativi:

  • tabella dei mesi, dell’alfabeto e dei diversi caratteri,
  • tavola pitagorica
  • tabella delle misure e delle formule geometriche
  • calcolatrice
  • registratore
  • cartine geografiche e storiche
  • computers con programmi di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale, commisurati al singolo caso
  • cassette registrate (dagli insegnanti, dagli alunni, e/o allegate ai testi), mediante anche la predisposizione in ogni scuola di una fonoteca scolastica contenente il testo parlato dei libri in adozione, ed altri testi culturalmente significativi, (possibilità di collaborazione col Centro del “Libro parlato” dell’Unione Italiana Ciechi)
  • dizionari di lingua straniera computerizzati, tabelle, traduttori
  • richiesta alle case editrici di produrre testi anche ridotti e contenenti audio-cassette o cd-rom

Parallelamente, in maniera commisurata alle necessità individuali e all’entità del disturbo di apprendimento, si dovrà garantire la dispensa da alcune prestazioni quali:

  • lettura a voce alta, scrittura veloce sotto dettatura
  • uso del vocabolario
  • studio mnemonico delle tabelline
  • (ove necessario) studio delle lingue straniere in forma scritta

Altri accorgimenti suggeriti:

  • tempi più lunghi per prove scritte e per lo studio, mediante una adeguata organizzazione degli spazi ed un flessibile raccordo tra gli insegnanti;
  • organizzazione di interrogazioni programmate
  • assegnazione di compiti a casa in misura ridotta;
  • possibilità d’uso di testi ridotti non per contenuto, ma per quantità di pagine.