Screening

Le prove sono preparate dal Prof. Giacomo Stella, docente di Psicologia Clinica dell’Università di Modena e Reggio Emilia e presidente nazionale dell’Associazione Italiana Dislessia.

Modalità di esecuzione

Le prove di scrittura sono:

  • a somministrazione collettiva
  • somministrate dal docente referente del progetto per quella Scuola, in modo da annullare la variabile modalità di presentazione (prosodia, velocità di pronuncia, ripetizioni..)
  • eseguite da ciascun bambino su un foglio bianco, in cui è stata posta un’etichetta con un codice (sconosciuto a tutti per la tutela della privacy). Solo l’insegnante di classe è a conoscenza del nome del bambino cui corrisponde il codice numerico.

I test di screening sono da considerarsi solo un primo passo verso l’identificazione di eventuali problemi nei bambini; possono, infatti, rilevare gli alunni per i quali consigliare un approfondimento attraverso procedure diagnostiche specifiche. Questa richiesta può essere fatta esclusivamente dai genitori, che decidono il percorso da seguire nel momento in cui ricevono dagli insegnanti del proprio figlio l’informazione che il bambino presenta problemi nell’apprendimento delle abilità legate alla lettura e la scrittura.

Tipologia

Le prove di screening previste sono:

Classe prima:

  • Screening di entrata (gennaio) – Dettato di 16 parole
  • Screening di uscita (maggio) – Dettato di 16 parole (diverse dalla prova precedente)
  • una prova di lettura che prevede un test di riconoscimento di parole senza senso (TRPS)

Classe seconda

  • Screening finale (novembre) – Dettato di 26 parole e 10 non parole
  • una prova di lettura che prevede un test di riconoscimento di altre parole senza senso (TRPS)

Analisi dei risultati

Le prove vengono analizzate dall’A.I.D. e i risultati dei diversi livelli di screening vengono resi noti agli insegnanti delle classi prime e seconde.

Solo a completamento dell’iter, cioè dopo la comunicazione dei risultati dello screening finale, in evidenza di persistenti difficoltà di apprendimento della lettura e scrittura, le insegnanti consigliano, nel comunicare ai genitori i risultati delle prove, la possibilità di accedere al servizio sanitario competente per un approfondire il quadro di difficoltà per una eventuale diagnosi di DSA.